Montebertotto

La Cascina Montebertotto è confinante ed integrata con quella Messoirano, così da configurare una intera collina di nostra proprietà, con esposizione e microclima estremamente favorevoli. E’ qui che nel 1978 iniziammo la collaborazione con l’Università di Torino consistente in un vigneto sperimentale per la selezione clonale del vitigno arneis. Infatti stavo studiando la possibilità di produrre un vino bianco (anche perché mia moglie Mita beveva solo bianchi e noi producevamo solo rossi!) quando assaggiai il primo Arneis di Bruno Giacosa. Quello doveva essere il mio bianco! Purtroppo non si avevano nozioni tecniche su cloni e portainnesti idonei, mi disse il professor Italo Eynard ed era indispensabile l’impianto di una vigna ed attendere i risultati della selezione clonale. Dopo sei anni la stimolante collaborazione ci fornì quelle informazioni tecniche, scientifiche e pratiche su questo vecchio – ed abbandonato – vitigno e che ci guidarono per l’impianto dei vigneti di produzione con la certezza  di ottenere il massimo di tipicità e di qualità.