Messoirano

La Cascina Messoirano è stata una delle prime acquisizioni di nostro padre Giacomo. All’inizio degli anni 30 vi costruì la casa per l’abitazione dei mezzadri, con stalla moderna e alcune camere riservate a noi. Nostro nonno Mentore chiese di poter disporre della mansarda con abbaino splendidamente affacciato a Sud e sulla Valle Tinella, così da poter, lui così mattiniero, veder sorgere il sole dietro le colline di Valdivilla. Ci dormì una notte, ci disse. Ci fu un gran temporale e lui terrorizzato finì la notte sulla accogliente paglia nella stalla . E poi mai più.Nell’estate del 1943 ci trasferimmo dalla casa di Marcorino a Neive a Messoirano, i bagagli sul carro trainato dalla coppia di buoi, noi quattro fratelli ed i nostri tre cugini. Fu un’estate memorabile di giochi in libertà, di piccole grandi cose nuove, mungere, affilare una falce, usare il falcetto per mietere il grano chinandoti quanto bastava per sbirciare le mutandine a quadretti bianco e blu della giovane mezzadra, il motore a testa calda della trebbiatrice, l’evento e la polvere della mietitura.. Poi venne il buio, i rastrellamenti.. Il falcetto ovvero la falce messoira dalla quale pare prenda il nome questa cascina.